La legge degli imprevisti

Avete presente quelle persone che quando decidono di fare una cosa riescono subito a farla nel miglior modo possibile e senza troppi “sbattimenti”?
Bè io non sono una di quelle persone, se c’è la remota possibilità che un evento possa interferire in qualche modo in qualche attività che sto programmando o organizzando, possiamo esser tutti certi che questo avverrà.

Così appurata questa “legge” intorno al quindicesimo anno di vita, le possibilità erano due: assumere un atteggiamento negativo o riuscire in qualche modo a “prevedere gli imprevisti”, ho scelto la seconda possibilità, perché le persone negative non mi sono mai piaciute. Avere l’abitudine di prevedere un 80% di disastri vuol dire essere preparati e in qualche modo questo ti migliora la vita.

Questa premessa per raccontarvi l’avventura nel creare Limited Edition N.1, una piccola linea di abiti ispirata alle tecniche applicate nella consulenza d’immagine, finalmente online nell’e-shop di questo sito.

L’idea è stata sin dall’inizio, quella di creare un prodotto artigianale fatto in Italia da mani esperte, mi sono affidata a un piccolo laboratorio italiano che alla fine ho scoperto commissionare i prodotti a laboratori cinesi che non garantivano di certo la qualità che pretendevo per i miei abiti.
Così come “previsto” ho caricato i miei rotoli di tessuto e ho cercato un secondo laboratorio che, ancora una volta, non riusciva a rifinire gli abiti come avrei voluto.
Ho preso nuovamente i miei rotoli che alla fine sono approdati in un piccolo laboratorio gestito davvero da mani artigiane esperte che hanno saputo rifinire orli e scollature proprio come li avevo immaginati.

Ho deciso di raccontarvi la mia esperienza vissuta fin qui perché sono sicura che tanti giovani creativi e designer abbiano vissuto esperienze simili nel voler realizzare le proprie idee, a volte può non sembrare facile, ma vedere i propri schizzi prendere forma paga di gran lunga tutti gli sforzi fatti.
Oggi vi presento la mia Nicole Skirt, realizzata per valorizzare la tipologia corporea del rettangolo, ovvero tutte quelle figure che hanno spalle allineate al bacino e il punto vita non troppo segnato, l’ho abbinata a un top semplice con spalline sottili e un giacchino corto.
Nelle foto provavo a fare la ruota, senza perdere l’equilibrio, senza cadere, senza sbucciare le mie ginocchia già duramente provate e senza fare facce strane, non credo d’esserci riuscita!

I fiori che hanno fatto da sfondo alle nostre foto potete trovarli da Fleur Garden, il vivaio di Viale Trastevere 193 a Roma, nei titolari troverete delle persone gentili e disponibili che vi aiuteranno a scegliere i fiori perfetti per i vostri giardini, balconi, davanzali, biciclette o da abbinare se volete alla mia Nicole Skirt.

La legge degli imprevisti - CosamimettooggiLa legge degli imprevisti - CosamimettooggiLa legge degli imprevisti - Cosamimettooggi La legge degli imprevisti - Cosamimettooggi La legge degli imprevisti - Cosamimettooggi La legge degli imprevisti - Cosamimettooggi La legge degli imprevisti - Cosamimettooggi

I was wearing:

– Nicole Skirt
– Tank Top Just For You
– Giacchino Abercrombie & Fitch
– Calzini Calzedonia
– Tacchi Guja

Elisa
francesco.calculli@hotmail.it
No Comments

Post A Comment